in Società

Il saggio dice: il montepremi sale, ma solo fino a Natale

Non essere egoista, condividi: Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

La vincita di 77 milioni in provincia di Venezia ha fatto scalpore in quanto ha interrotto la salita del montepremi del superenalotto, poi ripartito e oggi arrivato a oltre 56 milioni di euro.

Una vincita (come mai ci tengono tanto a ribadire  la sua autenticità?), ritirata da un misterioso quanto inafferrabile (immaginario?) fortunato vincitore.

Da allora il montepremi è tornato a salire e guarda caso nessun vincitore è apparso all’orizzonte. Sempre per una pura casualità ci stiamo avvicinando al Natale, altro periodo dell’anno in cui si concrettizzano due elementi;

  • maggiore disponibilità di denaro nelle tasche degli italici grazie a tredicesime e benefit vari;
  • sogni e desideri amplificati dal magico periodo natalizio.

Per i furboni, è un ottimo momento per sfregarsi le mani e arraffare il più possible dalle tasche degli italici.

Sempre per una pura e assoluta casualità c’è da scommettere che fino a Natale non ci sarà nessuna vincita di alto livello per garantire un montepremi alto, tale da far gola e invogliare al gioco. Nello stesso periodo tv e mass media pubblicizzeranno al massimo il jackpot da favola, con pubblicità e slogan a tutto spiano alla faccia del contrasto al gioco d’azzardo.

Non sarà così? Allora magicamente un misterioso vincitore apparirò in una tabaccheria o ricevitoria sperduta, tanto per illudere che la vincita sia possibile.

Rispondi