in Animazione

Non essere egoista, condividi: Share on Facebook2Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Chi ha detto che Dungeons & Dragons (D&D) è solo roba per nerd? Cioè, magari lo è, ma ha tutto il potenziale per uscire da salotti e seminterrati e fare capolino alla luce del giorno (e delle telecamere).

Anche qua c’è lo zampino di Dan Harmon, creatore delle fortunate serie di Community e Rick and Morty.

Per i fan di Harmon l’amore dello sceneggiatore/produttore/regista per D&D non è una novità, considerando che lo sceneggiatore ha dedicato due intere puntate di Community al gioco, oltre a riservare un segmento di ogni puntata del proprio podcast, HarmonTown. Ed è proprio attorno ad HarmonTown che nasce l’idea di una serie animata in cui Harmon, un ospite dell’episodio (tra cui Paul Tompkins, Aubrey Plaza, John Hodgman e Nathan Fillion), Jeff Davis e Erin McGathy — il primo comico e amico di vecchia data di Harmon, la seconda scrittrice/attrice/podcaster nonché ex-moglie dello sceneggiatore — giocano un capitolo di una campagna (quest in inglese) di D&D creata e coordinata da Spencer Crittenden, anch’esso “prodotto” (o meglio, “scoperta”) di HarmonTown, di cui il barbuto giovane è diventato Dungeon Master (DM) ufficiale (e successivamente assistente di Harmon).

Assemblata l’allegra combriccola di giocatori, ad Harmon è bastato bussare alle porte di Seeso — il network di streaming a tema comico di proprietà della NBC — per farsi approvare 10 episodi, il cui pilota è stato pubblicato gratuitamente su Amazon.

Favorendo la narrazione ai calcoli sulle statistiche e il tiro di dadi (totalmente gestito dietro le quinte da Spencer), la serie TV alterna le riprese delle battute scambiate tra Harmon e gli altri partecipanti, insieme alle reazioni del pubblico dal vivo, ad una parte animata che ritrae gli ambienti e le situazioni più divertenti e immaginifiche della storia raccontata.

Come nella tradizione di D&D (anche se spesso è facile scordarselo), la parte di improvvisazione la fa da padrone e, alla fine, è quella che ha decretato il successo della prima stagione, uscita l’anno scorso. A riprova, Seeso ha confermato la produzione di una seconda stagione (disponibile da questo fine Luglio) in cui, oltre ai membri fissi del gruppo e al DM ufficiale, appariranno ospiti da Hollywood come Gillian Jacobs, Rory Scovel, Aparna Nancherla, Paul Scheer e Patton Oswalt.

Non c’è che augurarsi che la seconda stagione confermi l’ottima qualità della prima. Huzzah!

Rispondi