in Salute

Non essere egoista, condividi: Share on Facebook1Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Scottature, febbre, raffreddori, mal di gola, mal di testa o mal di denti: sono tanti i problemi di salute che possono rovinarci le vacanze, specialmente se ci troviamo all’estero. Quando facciamo la valigia, quindi, è consigliabile  portare un kit di medicinali utili, naturalmente tenendo conto del tipo di vacanza che si è scelto di fare.

Un analgesico ( per mal di testa, mal di denti, dolori alla schiena), un antipiretico , un antiinfiammatorio, un antinausea, un farmaco contro l’acidità di stomaco, un antidiarroico, fermenti lattici. E ancora, un antistaminico in compresse e in pomata, una crema per le infezioni, prodotti per la tosse, un collirio decongestionante, così come la melatonina per favorire il sonno, spesso disturbato dal fuso orario diverso.

A questi si aggiungono cerotti, garze, un termometro e anche un antibiotico orale, prescritto dal medico, che può servire in caso di gastroenteriti più gravi. In circostanze particolari, devono poi essere portati crema solare, repellente per insetti, farmaci per prevenire i problemi dovuti all’altitudine o tavolette per purificare l’acqua.

Molto importante anche la conservazione, possibilmente  in luoghi freschi e asciutti con una temperatura che non superi i 25°C, perciò se si viaggia in macchina è preferibile trasportarli nell’abitacolo e non nel bagagliaio; inoltre è sempre meglio preferire capsule o compresse piuttosto che sciroppi.

 

Rispondi