in Animazione

Non essere egoista, condividi: Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Email this to someone

Iron-Man Puzza!

Lego Batman

Dopo il successo di “LEGO Movie” la Warner torna a portare sullo schermo i mattoncini danesi animati con un film incentrato su uno dei Master Builders visti nel primo film: BATMAAAN!

Com’è questo Batman rispetto alle millemilamiglia di interpretazioni, tra cui questa, questa e questa?

Semplice, è la prima pellicola, seconda solo alla mitica serie TV anni ’60 sul Pipistrello interpretata da Adam West, che si prende la briga di presentare un super-eroe autoironico, attributo finora riservato ad un eroe fuori di testa (e di successo) come Deadpool (ma con un target tutt’altro che fanciullesco).

Benché il film presenti un Batman tenebroso à la Nolan, in fondo in fondo (mica troppo) il cavaliere oscuro (e il proprio alter ego Bruce Wayne) è tutt’al più un bamboccione con un ego smisurato, tanti soldi e una vita vuota riempita solo da aragoste e nuotate coi delfini. Per fortuna a movimentare la vita di Batman ci penseranno la nemesi Jocker (qui in versione “Disperato Bisogno di Amore Odio”) e gli alleati Robin, Alfred e la figlia del commissario Gordon, Barbara (doppiata da Geppi Cucciari, ottima comica ma come figlia del commissario — Ajò! — Gordon sta come i cavoli a merenda).

La storia — come già visto in “LEGO Movie” — sembra presa da un pomeriggio di gioco tra un papà e il figlioletto: una trama priva di un senso ma infarcita di BatTute (ah-ah) esilaranti e piena di riferimenti che partono dalla già citata serie con West, passando per i fumetti (Dick!), e gli “strani” rapporti tra Batman e Robin, così come tra Batman e Barbara Gordon. A dire il vero, il film è talmente infarcito di battute e riferimenti all’infinito mondo del Crociato Incappucciato che una sola visione non basta per coglierle tutte. E questo senza contare molti altri universi che, non svelo oltre, andranno a implodere in quello del film.

Come per LEGO Movie, anche LEGO Batman rischia di far divertire più i grandi — magari accompagnatori — dei bimbi, ma questo non impedisce al film di essere una vera chicca, imperdibile tanto per i fan di vecchia data che per le nuovissime generazioni.

Uh, dimenticavo. Qui Batman acquisisce finalmente il mezzo definitivo: il chirottero transformer Scuttler! Sapevatelo.

Rispondi