in Internet

Non essere egoista, condividi: Share on Facebook
Facebook
2Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Email this to someone
email

Finalmente Estate. Tempo di sollazzo e rimpatriate con gli amici. Ma anche in vacanza ognuno ha i propri “impegni”. C’è chi viaggia, chi fa sport e chi coltiva hobby, ognuno con i propri orari.

Se volete organizzare i vostri eventi evitando di trovarvi sommersi da decine di mail e messaggi ecco i servizi web che fanno per voi.

Quando trovarsi

Trovare una data ed un orario che vadano bene per tutti è sempre un problema. Ecco due soluzioni.

Doodle

doodleDoodle è il servizio più famoso del web per organizzazione di meeting. L’interfaccia è minimale e intuitiva. Non richiede login ma, per tenere traccia di tutti i propri doodles, è possibile usare il proprio account di Google o Facebook, se non si vuole creare un profilo all’uopo.

Creare un Doodle per la richiesta di un evento è velocissimo. Si definisce un titolo dell’evento, le date papabili e (se si vuole) gli orari. Doodle vi presenterà un link segreto da inviare ai vostri amici, che a loro volta potranno selezionare i giorni e gli orari in cui sono disponibili. Il sito da la possibilità di essere notificati, tramite email, appena il vostro doodle viene aggiornato da qualcuno.

Le disponibilità di ognuno vengono visualizzate in modo chiaro, insieme al totale dei “presenti” per ogni data.

Timeup.io

timeupNato da poco, timeup.io si è fatto notare per la sua interfaccia utente ultra-minimale che rende l’utilizzo del servizio ancora più veloce di doodle.

Invece di definire giorni con orari precisi, timeup permette di indicare le possibile dati ed un intervallo di tempo e.g., dalle 8 alle 10 se organizzate una colazione coi vostri amici o dalle 19 alle 21 per una cena, e la sua durata, per ora limitata a 15, 30 o 60 minuti.

Creato l’evento e il link relativo, gli invitati possono inserire velocemente le proprie disponibilità grazie alla visuale a calendario che permette di inserire le ore “libere” selezionandole col mouse.

Come Doodle, anche timeup può notificare i partecipanti tramite mail e include un interfaccia dinamica che, lasciando aperta la finestra del browser sull’evento, viene aggiornata in tempo reale con le disponibilità dei partecipanti.

Dove trovarsi

Se avete deciso una data, è probabile che siate appena a metà dell’opera perché ora dovrete “contrattare” per un ritrovo che piaccia a tutti (o almeno la maggioranza). Anche in questo caso il Web vi è alleato.

What’s half way?

Screen Shot 2015-06-28 at 14.26.48Semplice e minimale, “whatshalfway.com” permette di inserire due indirizzi che si vuole considerare come punti di “partenza” dei partecipanti all’incontro. Inseriti gli indirizzi si seleziona la tipologia di locale, e.g., ristoranti, in cui trovarsi e l’applicazione, tramite Google Maps, indica una serie di locali di quel tipo ed equidistanti dagli indirizzi inseriti.

Where to meet up?

wheretomeetup
Nato da pochissimo e purtroppo ancora limitato ai soli U.S., l’uso di “Where to meet up?” è simile a quello di “What’s half way?”: si inseriscono i due indirizzi e l’applicazione mostra una lista di posti dove potersi trovare. Tra le “locations” annoverate ci sono ristoranti, pub, bar e centri commerciali, tutti associati al “voto” dato loro dagli utenti su Yelp. Il servizio è anche accessibile anche tramite smartphone con le relative ed omonime applicazioni negli store di Apple e Google. Si spera, venga presto esteso per supportare il resto del mondo (Italia inclusa).

Buona organizzazione 🙂

Rispondi