in Tech & Hacks

Non essere egoista, condividi: Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on Google+
Google+
0Email this to someone
email

Altro keynote, altro rega, no se c’è una cosa che Apple non fa è regalare. All’ultimo keynote un ringalluzzito Tim Cook ha presentato, insieme alla nuova versione del sistema operativo Mavericks e il nuovo iPad mini Retina, l’ultima incarnazione dell’iPad, l’iPad Air.

iPad Air

ipad air 001Mi chiedo in quanti abbiano — me compreso — pensato ad una versione dell’iPad ancora più striminzita e mobbbile sentendo il nome affibbiato al nuovo nato in casa Apple.

Invece no, dopo aver abbandonato la numerazione alla terza incarnazione in favore di un laconico “nuovo iPad”, con la quinta versione del tablet, la Mela punta tutto sulla portabilità senza compromessi del proprio dispositivo che diventa “Air”.

Design

ipad air 002Jony Ive, designer storico dietro ai prodotti Apple, ha fatto di tutto per ridurre ad appena 7,5mm lo spessore del nuovo iPad che mantiene il display da 9,7′. Oltre all’asse Z, anche il peso ha subito una significativa riduzione, passando dai circa 650g della versione precedente ai risicati 450g attuali. Il più leggero tablet della propria categoria, ma siamo abituati ai “più … di sempre” di Apple. Lo schermo non perde un pixel di risoluzione — il “classico” retina da 2048×1536. Air sarà disponibile in due colori: argento e grigio siderale — chi sa la differenza alzi la mano.

Sotto il cofano

ipad air 003Sotto la scocca del nuovo tablet (l’aspettato) A7, lo stesso processore dell’iPhone 5s. Aspettatevi il canonico 2x sulle prestazioni rispetto alla versione precedente. Di nuovo c’è da dire che l’A7 introduce i 64bit nel mondo delle applicazioni iOS, preparando la strada per dispositivi con oltre 4GB di RAM e (in alcuni casi) maggiore efficienza nella gestione della memoria. A questo punto potremmo chiederci se l’Air equipaggia più 4GB di RAM, il che sembra altamente inverosimile, dato il prezzo proibitivo delle memorie volatili per questi dispositivi. Come sempre Apple non ha menzionato la quantità di RAM presente nel dispositivo, ma considerando che il 5s “vanta” 1GB, si potrebbero azzardare un paio di GB per l’Air (aspettando il tradizionale breakdown di iFixit). Di bello c’è che grazie alla migliorata architettura dell’A7 (ARMv8) Apple ha potuto ridurre la dimensione delle batterie, pur mantenendo le canoniche 10 ore di autonomia.

Altra nota interessante dell’iPad Air è l’introduzione della tecnologia Wi-Fi 802.11a/b/g/n (niente acMIMO che promette di duplicare la velocità della connessione wireless del dispositivo — va da sé, solo se connesso ad access point compatibili.

Negli Store

Apple distribuirà l’iPad Air insieme all’iPad Mini Retina dal primo di Novembre. Soliti “tagli” per la memoria da 16, 32, 64 e 128GB con un costo di 479, 569, 659 e 749€ rispettivamente per la versione Wi-Fi only. Aggiungete 120€ ed avrete la versione con tecnologia LTE.

Rispondi